Reti informatiche e wifi

Autore : Antonio Sopranzi

reti lan

Supponiamo di avere all’interno di un azienda o di un ufficio cinque computer, per trasferire documenti foto o qualsiasi altro contenuto da un computer all’altro dovremmo salvarli su di una chiave usb o su un dvd e trasferirli manualmente da un pc all’altro.

Inoltre se da ogni postazione avessimo la necessità di stampare dei documenti , ogni pc avrebbe bisogno di una stampante.

Per sopperire a questo abbiamo bisogno di una rete dati, ossia un collegamento fisico o wifi tra i vari computer , tramite apposita scheda di rete (ormai quasi sempre integrata su tutte le periferiche).

Grazie alla rete possiamo condividere tra i vari pc un unica stampante, avendo così, tra le altre cose, la possibilità di acquistarne una più performante anzichè cinque più scadenti.

Come dice la parola stessa per rete si intende una serie di fili collegati ad un nodo dove ripartono altri fili.

Nel nostro nodo abbiamo una prima apparecchiatura che ci permette di strutturare la nostra piccola rete di cinque computer. Questa apparecchiatura è lo switch.

switch

Lo switch smista i vari dati provenienti da un pc al pc destinatario, riconoscendo le apparecchiature ad esso collegate tramite un indirizzo univoco, l’indirizzo “ip”.

indirizzo ip

L indirizzo ip è composto da quattro blocchi di numeri separati da punti. I primi tre blocchi identificano la rete e l’ultimo blocco identifica i pc presenti in rete.

Avremo ad esempio una rete con un indirizzo base 192.168.001.001 ed un computer connesso a tale rete con un indirizzo 192.168.001.002. o superiore considerando che il massimo indirizzo definito dalla subnet mask per i primi tre blocchi è il 255.255.255.000.

server

In impianti più professionali troviamo a capo della nostra rete lan un server che è un pc con caratteristiche più evolute sia in termini di prestazioni e sia in termini di sicurezza.

In ogni rete riescono a comunicare apparecchiature che hanno la stessa classe di indirizzo. Per far comunicare tra loro due o più switch con classe di indirizzi ip diversi abbiamo bisogno di un router.

router

Il router viene usato anche per connetterci alla rete internet. Un router può essere anche modem nei casi in cui, ad esempio negli impianti Telecom, ci connettiamo ad internet tramite rete analogica telefonica.

Il router nelle configurazioni di indirizzi ip viene indicato col nome di gateway e tutti i pc o sistemi ad esso connessi devono avere un indirizzo ip compatibile.

Esistono anche router dove poter inserire una scheda sim e utilizzare i dati di quest’ultima per connettersi ad internet.

cablaggio strutturato

Come è composta fisicamente una rete lan?

La rete lan solitamente è composta da una serie di cavi con al loro interno quattro doppini incrociati. Questi cavi lan possono anche essere schermati e la loro qualità è data dalla categoria.

La categoria ci indica la velocità massima supportata dal cavo. Attualmente la categoria massima è la 7A.

Per poter funzionare tutti i componeti, dagli apparati alle singole prese , devono supportare la categoria scelta.

Meno usato a causa dei costi maggiori e delle difficoltà impiantistiche è l’utilizzo della fibra ottica.

reti man

Sono le reti metropolitane, wireless o cablate in fibra otttica , hanno il compito di connettere tra loro i vari edifici.

reti wan

Le reti wan sono le reti geografiche che connettono tra di loro le varie città.

internet

L’ insieme di tutte queste reti ha dato origine ad internet. In internet ogni singolo utente viene individuato da un indirizzo “ip” univoco.

Questi indirizzi ip possono essere statici, richiedendolo solitamente tramite pagamento al proprio gestore , o dinamici. In quest’ ultimo caso ogni qual volta il nostro router o il nostro modem si connette ad internet, l’indirizzo ip cambia.

Per l’indirizzo ip internet non valgono le limitazioni indicate sopra ma possiamo averne uno dove ad esempio la nostra stringa di numeri inizia con 800.

wifi o wireless

Queste due terminologie vengono spesso confuse tra di loro. Iniziamo col precisare che un dispositivo wifi è un dispositivo wireless. Ma ad esempio può essere wireless un dispositivo bluetooth.

Con wireless si intende infatti tutto l’insieme di tecniche di trasmissione senza fili.

Il wi-fi utilizza le onde radio per trasmettere i dati dal router al vostro pc. Le onde trasmesse si misurano in gigahertz.

Le frequenze utilizzate sono di 2,4 e 5 gigahertz al secondo. La prima è più lenta ma funziona meglio su lunghe distanze, viceversa la seconda.

Succedeva frequentemente che il segnale wifi della nostra abitazione veniva disturbato da vari dispositivi radio presenti nell’abitazione.

I dispositivi più recenti utilizzano più canali di trasmissione per ovviare a questi problemi.

Il wifi emette onde a voltaggio basissimo e inferiori a molte altre onde utilizzate per altri tipi di comunicazioni.

Ad oggi l’Organizzazione Mondiale della Sanità non ha rilevato nessuna interferenza con il nostro corpo.

VI ALLEGO QUI SOTTO ALCUNI LINK A MATERIALI D’ESEMPIO TRATTATI NELL’ARTICOLO E ALTRI OGGETTI INTERESSANTI:

SWITCH 8 PORTE

SWITCH 24 PORTE

ROUTER 4G

EXTENDER WIFI

MULTIRIPETITORE WIFI

TRASMETTITORE E RICEVITORE SU LINEA ELETTRICA

ADATTATORE WIFI

ROUTER 4G PORTATILE

CAVO CATEGORIA 6

CAVO CATEGORIA 7A

Rispondi